29 Ottobre 2014

L'equazione della Clio Cup Italia: Rangoni Corse sta ad Oscar Nogues come il titolo team sta a quello piloti

<en></en><fr></fr><es></es><de></de><pt></pt><ru></ru><ch></ch><it></it>

Oscar Nogues campione due volte nella Clio Cup Italia e per due volte sul “tetto del mondo” con il team Rangoni Corse. Binomio perfetto, quello tra la squadra emiliana e lo spagnolo che a Vallelunga ha conquistato il titolo del monomarca targato Fast Lane Promotion. 

“Dedico la vittoria al mio team. Senza di loro non avrei potuto raggiungere questo risultato. - ha commentato Nogues - A loro devo le sei vittorie ottenute quest’anno nella serie italiana. Assieme abbiamo lavorato con passione e alla fine il risultato era quello per cui eravamo partiti a inizio d’anno”.

Una storia che si ripete, dopo che il pilota catano aveva già messo tutti dietro nel 2011. Anche in quella occasione la squadra di Michael Rangoni era riuscita a portare a casa sia il titolo Piloti che quello riservato ai Team, in quella che era la stagione del rientro dopo alcuni anni di assenza dal campionato riservato alle veloci berline della Casa francese.

“Nei miei programmi c’è adesso la partecipazione ad una gara di durata a Portimão. Poi inizierò a pensare ai miei impegni 2015. Voglio continuare con Rangoni, perché l’intesa è stata sempre totale, perché sono riusciti sempre a mettermi a disposizione una vettura perfetta. Spero di averli ripagati al meglio” - ha proseguito Nogues.

Per la Rangoni Corse ancora una stagione al “top”. Non solo il titolo assoluto (con Nogues) e Team, ma anche quello riservato ai Gentleman che solamente in occasione del conclusivo weekend capitolino ha definitivamente consacrato con Michele Puccetti, che a Imola aveva conquistato il suo primo successo in assoluto.