15 Aprile 2019

Spettacolo al Mugello nel round d'apertura della Clio Cup Italia e Clio Cup Press League

<en></en><fr></fr><es></es><de></de><pt></pt><ru></ru><ch></ch><it></it>

Il primo dei sei doppi appuntamenti della Clio Cup Italia ha riservato grande spettacolo. A dividersi i successi nelle due gare disputatesi sul circuito toscano del Mugello sono stati Fulvio Ferri (Faro Racing) ed il vicecampione 2018 Felice Jelmini (Composit Motorsport). In evidenza anche i due giornalisti in pista con la Clio Cup Press League, Gian Luca Pellegrini e Andrea Stassano, entrambi in rappresentanza della rivista Quattroruote.

Dopo che sabato, in condizioni di asciutto, Matteo Poloni si era confermato l'uomo della pole, stabilendo con la vettura della Essecorse il migliore responso in entrambe le sessioni di qualifica, domenica con la pioggia le cose sono leggermente cambiate.

A fare infatti il ritmo in Gara 1 è stato appunto Ferri, che pur essendo al suo rientro nel monomarca riservato alle RS 1.6 turbo in cui aveva fatto solo un'apparizione quattro anni fa, ha sfoderato tutta la sua esperienza nelle categorie a ruote coperte per prendere subito il comando. Il romano, che si avviava dalla seconda fila, è poi riuscito a mantenere la leadership davanti a uno scatenato Jelmini. Il giovane lombardo, che si era visto cancellare in prova il miglior tempo (poiché realizzato in regime di virtual safety car) si è reso autore di una rimonta dal fondo dello schieramento che lo ha premiato con il secondo posto finale. Terzo gradino del podio, nella circostanza, per Poloni.

In Gara 2 Poloni ha preso subito il comando e ci è rimasto fino al settimo giro, ingaggiando con lo stesso Jelmini un confronto estremamente corretto e all'insegna dello spettacolo. Proprio quest'ultimo ha poi avuto la meglio, con un arrivo al "fotofinish" e appena quattro millesimi a separare al traguardo le due vetture. Bene anche Filippo Distrutti, sempre veloce con i colori della NextOneMotorsport e alla fine terzo.

Al Mugello il 13 si è rivelato decisamente un numero fortunato, almeno per Pellegrini e Stassano, protagonisti nella Clio Cup Press League. Sui saliscendi toscani il monomarca di Renault Italia riservato ai giornalisti (due per ciascun weekend), disputandosi nello stesso contesto della Clio Cup Italia, è ufficialmente giusto alla sua quarta edizione.

Pellegrini e Stassano, per l'occasione, non hanno affatto deluso. Al proprio esordio al volante della RS 1.6 turbo, il primo si è subito messo in evidenza nel primo turno di qualifica “stampando” il dodicesimo responso. In Gara 1 si è quindi comportato egregiamente, andando a conquistare appunto un tredicesimo piazzamento.

Una gara conservativa ma redditizia, quella portata a termine da Pellegrini, scattata per via della pioggia in regime di safety car. “Ho badato a tenermi lontano dai cordoli, a non commettere errori con il bagnato. Se avessi avuto a disposizione qualche giro in più, avrei potuto fare anche qualche sorpasso”, ha commentato.

Bene anche Stassano, che aveva dalla sua già un’esperienza nel campionato e il quale è stato però costretto ad avviarsi dai box dopo che nella seconda sessione di prove ufficiali aveva chiuso a sua volta dodicesimo. Quindi, in rimonta, sempre con la pista umida, è risalito appunto tredicesimo. “Mi sono divertito, ma potevo fare meglio”, ha detto dopo l’arrivo.

Il prossimo appuntamento della Clio Cup Italia e della Clio Cup Press League si svolgerà a Imola l’ultimo weekend di maggio.